“Magna Locride”: premiati gli artisti che hanno partecipato all’estemporanea di pittura

Ancora non si sono spenti gli echi della manifestazione “Magna Locride”: la festa che ha trasformato il centro di Locri in un vero mercato delle bontà del territorio, organizzata dal GAL “Terre Locridee” insieme all’UnipolSai Assicurazioni nell’ambito della programmazione PSR della Regione Calabria. “Magna Locride” voleva tentare di far convivere la Locride di oggi con la terra che è stata, nel tentativo di ritrovare l’orgoglio di appartenenza a secoli di storia e di tradizioni che possono essere utilizzati a sostegno della costruzione di un idea di sviluppo che riesca a mantenere le peculiarità del territorio. In questo contesto sembrava naturale far coincidere anche la storia del nostro popolo fatto di poesia, vino e arte con l’inserimento dell’estemporanea di pittura per far rivivere le vestigia di una epoca greca che a Locri trovava una delle sue sedi di eccellenza.

In effetti, la sera della manifestazione, all’estemporanea di pittura che ha appassionato tutti hanno partecipato 20 artisti della Locride e la commissione guidata dalla presidente Maria Macrì e dai maestri Zucco e Custureri hanno premiato ex aequo due opere di ragazzi del territorio: Gregorio Procopio e Tiziana Zimbalatti.

Entrambi gli artisti hanno cercato di raffigurare nelle loro opere le caratteristiche storiche e identitarie di Locri, con due opere molto belle.

Nella sede del GAL, lunedì 1 ottobre si è svolta la consegna dei premi, con la presenza in sede dei due vincitori che sono stati ospiti dalla struttura e dal presidente del GAL Francesco Macrì, oltre al responsabile dell’agenzia UnipolSai di Marina di Gioiosa Jonica Riccardo Angelini, che hanno espresso grande soddisfazione e hanno assicurato che anche il prossimo anno si svolgerà questa manifestazione compreso lo spazio dedicato all’arte.

Durante l’incontro i due artisti, hanno voluto condividere il loro pensiero sulla manifestazione. Secondo Gregorio Procopio di Reggio Calabria l’arte è cultura e la cultura è sviluppo, quindi ben si associa a questo tipo di manifestazioni che promuovono le aziende del territorio. Tiziana Zimbalatti, di Locri, ha ringraziato gli organizzatori per la possibilità di aver portato l’arte in piazza come veicolo di promozione di cultura e socialità.

Una menzione a parte vogliamo dedicare al secondo premio che è stato assegnato ai ragazzi della casa circondariale di Locri.

Alla fine si è svolta la cerimonia di premiazione in cui i due artisti hanno ricevuto il premio dal presidente Macrì e da Angelini per l’Unipolsai.

 

Locri, 5 ottobre 2018

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *